Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

DOLORE

DOLORE IN SE'
Il dolore si intreccia alla condizione. Suadente fa breccia. Cinge con il profumo di sconfitta.  Occlude le vie. Se nel se, i ma nei perché, la ragione sulla sconfitta. L’uscita dal tunnel. Pian piano si riprende il cammino in sè!

Rita Vieni
 Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.



IL CICLO

Qui nel mio paesino, le stelle brillano, riflettono  pensieri sempre vigili. Qui il tempo sonnecchia, tra voli di colombe e versi notturni, viburni e rose, nella natura risvegliata. La natura aspetta il suo ciclo, ancora presente e con il senso della vita: in attesa ai nostri piedi l’istante,  senza più scudi e scuse. Viaggiando con il tempo, in sé d’amore, contemplando l’essenza, adesso.
Rita vieni
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.


TUTTO TACE

Tutto tace! Il tempo,  sospeso nell’attimo, immortalato, nel divenire. Mirare l’infinito, sondare la sottile linea tra mare e cielo, tra azzurro e limpida acqua baciata, l’oltre, nel silente frangente, la vita. Io e te, in comunione, spirito e mente. Sono lì, tra soffici velli bianchi, tra voli alati, tra l’immenso ed eterno ciclo.  Mentre assorta, alla fonte bevo , ancora tutto tace.

Rita Vieni
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.